lunedì 6 novembre 2017

Panini al Teff

Finalmente torno a pubblicare!!! Non ho abbandonato il blog ma quelli passati sono stati mesi intensi ed emozionanti perchè ero in dolce attesa e finalmente l'8 settembre è nato il piccolo Andrea!!! Un frugoletto di 4,040 kg che ha stravolto la mia vita e quella del mio compagno!!! Durante la gravidanza non ho prodotto tantissimo per via del caldo che non ci ha dato pace; però ho studiato tante ricette nuove che a breve proverò e pubblichero!! Oggi vi propongo questi panini al teff in due versioni: Baguette e Chiocciola!! Il primo da farcire a piacere magari per un pic nic in giro mentre il secondo ottimo come pane da hamburger!!! La ricetta è facile e veloce!!
Ah vi ricordo che dal 18 al 21 novembre c'è il Gluten Free Expo a Rimini, appuntamento immancabile!!! Mi troverete in giro per la fiera ma soprattutto allo stand Revolution New Food dove impasteremo insieme... non vi dico cosa, se volete saperlo venite!!! Vi lascio un codice sconto per acquistare il biglietto per la fiera ad un prezzo agevolato, inserite questo codice R6MDC durante l'acquisto del biglietto!!! Ora vi lascio la ricette dei panini!!



Ingredienti

- 260gr min Pane e Pizza Revolution New Food
- 40gr farina di Teff Revolution New Food
- 180gr di acqua a temp. ambiente +20gr se necessari
- 4gr di lievito di birra
- 15gr olio d'oliva
- 4gr sale

mettere nella ciotola della planetaria le due farine e fate girare per 1 minuto in modo che si mescolino; sciogliete il lievito di birra nell'acqua e versate sulle farine, fate girare per 2 minuti, nel frattempo unite il sale all'olio e versate dentro alla ciotola della planetaria. Fate girare 2 minuti poi raschiate l'impasto che si sarà attaccato alle pareti e riazionate la planetaria. Quando avrete ottenuto un impasto omogeneo e che non si attacca completamente alle pareti spegnete e spostatevi su una spianatoia di legno spolverate di farina di riso fine.

Lavorate a mano l'impasto per due minuti fino ad avere un impasto uniforme e liscio. A questo punto vi dò due opzioni:

1) se volete fare delle baguette dividete l'impasto ottenuto in 5 parti;
2) se volete fare dei panini a chiocciola dividete l'impasto in 4;

Per le baguette:

prendete una pallina e stendetela in un rettangolo, a questo punto arrotolate su se stesso l'impasto dalla parte del lato lungo e adagiate la baguette su di una teglia con carta forno con la parte finale dell'arrotolamento sotto in modo tale che in cottura non si apra. Effettuate lo stesso procedimento per le altre palline d'impasto e poi mettete a lievitare per circa un'ora (fino al radoppio) nel forno scaldato a 30° e con un pentolino d'acqua che avrete portato ad ebolizione.


 Per le chiocciole:

dividete l'impasto in quattro, prendete una pallina e allungatela come un serpente di diametro circa 2cm. A questo punto bagnate con un pennello la parte del filone che sarà all'interno della chiocciola e arrotolate su stesso cercando di mettere la parte finale leggermente sotto alla chiocciola. Procedete in egual modo per gli altri 3 panetti e mettete a lievitare  er circa un'ora (fino al radoppio) nel forno scaldato a 30° e con un pentolino d'acqua che avrete portato ad ebolizione.




Ora per la cottura sia per la baguette che per la chiocciola il procedimento è lo stesso, preriscaldate il forno a 200° modalità statica.
Nelle baguette effettuate delle piccole incisioni trasversali e spenellate con l'olio, mentre per le chiocciole spenellatele con olio e versateci sopra i semi che preferite, io ho messo semi di sesamo e semi di chia.

Infornate per circa 20 minuti abbassando la temperatura gli ultimi 5 minuti.
Quando saranno ben dorati sia sopra che sotto estraeteli e fateli rafreddare su una gratella.
Farciteli come più vi piacciono!!!

 



  

domenica 22 ottobre 2017

Blogger Ufficiale al Gluten Free Expo


Eccoci ci siamo!!! Manca meno in un mese all'inizio dell'evento che tutti noi celiaci e intolleranti al glutine aspettiamo con ansia per conoscere tutte le novità gluten free: Il Gluten Free Expo 2017 che si terrà a Rimini dal 18 al 21 Novembre!!
Quest'anno sarò in prima linea come una delle Blogger Ufficiale per farvi vedere e conoscere tutto ciò che ci sarà negli stand!!!


Come ogni anno ci aspettano tanti showcooking, corsi mani in pasta, dimostrazioni relative al gluten free e lactose free, si perchè anche l'intolleranza al lattosio è sempre più presente nella popolazione.

Tutti gli anni partecipare è sempre divertentissimo e quest'anno lo sarà ancora di più!!! Per questo voglio condividere con voi un codice sconto che vi permette di ottenere il biglietto d'ingresso ad un prezzo scontato e accesso diretto evitando le file!!
Basta cliccare sul codice che vedrete di seguito ed inserirlo al momento dell'acquisto, potete usarlo quante volte volete per voi e i vostri amici


Quindi vi aspetto per fare foto e fare due chiacchere così potremmo conoscerci
di persona!! 
 

martedì 23 maggio 2017

Crostata Francesca

Questa crostata l'ho fatta qualche mese fa, ma la ricetta sul blog non l'ho mai pubblicata ma adesso è giunto il momento!!! L'ho chiamata Francesca perchè un giorno a pranzo è venuta a trovarmi una mia carissima amica di nome Francesca e non sapendo che dolce preparare, ho fatto questa!!! Devo dire che le è piaciuta proprio, infatti le ho anche fatto la doggy bag con una fetta per lei e il suo compagno!! Ma ora basta chiacchere e via alla ricetta



 Frolla alla cannella

295gr mix frolla revolution
5gr di cannella
150gr burro
100gr zucchero di canna integrale
2 rossi

Nella ciotola della planetaria inserite il burro e lo zucchero di canna integrale, montate la foglia e azionate la macchina. Fate girare fino a quando toccando con un dito l'impasto non sentirete più i grani dello zucchero. A questo punto con un leccapentole staccate tutto l'impasto attaccato alle pareti della ciotola ed aggiungete i rossi dell'uovo e fate girare qualche istante e poi unite tutta in un colpo la farina con la cannella. Fate girare fino a quando non avrete ottenuto un impasto liscio e morbido.
Ora aiutandovi con uno scartino prelevate tutto l'impasto e adagiatelo su un foglio di carta forno. Ora date una forma alla pasta frolla senza usare le mani ma utilizzando i lati della carta forno, a questo punto adagiate un altro foglio di carta forno e appiattitelo fino ad avere uno spessore di circa 2cm. Impacchettate e mettete in frigor tutta la notte, infatti vi consiglio di prepararla la sera e manipolarla la mattina.
Passato questo tempo di riposo prendete la vostra frolla e tagliatela a pezzi e metteteli nella ciotola della planetaria con il gancio e fate girare 2 minuti in questo modo la frolla si ammorbidisce e diventa lavorabile. Vedrete sarà lavorabile ma fredda quindi si lavorerà meglio!!! Adesso stendetela tra 2 fogli di carta forno fino ad uno spessore di 3-4mm e foderate un anello se microforato ancora meglio perchè i microfori fanno uscire il valore e i bordi non collasseranno il top è avere anche il tappetino e teglia microforate. Tagliate l'eccesso di pasta e infornate a 180 gradi modalitá ventilata (forno già caldo) per circa 15-20 minuti.


Pere spadellate

1 pera grande tagliata a cubetti possibelmenti tutti uguali
Un goccio di limone
1 cucchiaio di zucchero

 In una padella calda versate tutto e fate cuocere fino a che le pere sranno leggermente cotte ma non spappolate, diciamo che devono essere semi cotte. Fatele raffredare e poi adagiatele sul fondo del guscio di frolla.



Ganache al cioccolato

147gr panna liquida
200gr cioccolato fondete

Portate a bollore la panna e versatela calda sul cioccolato tritato o grattugiato ancora meglio e mescolate fino a che il cioccolato non si sara sciolto del tutto, ora con un frullatore ad immersione emulsionate il tutto senza creare bolle d'aria. Fate raffredare leggermete e colate nello stampo di frolla sopra alle pere che saranno sul fondo e portate tutti in frigor a rafreddare



Meringa

125gr albumi
50gr zucchero semolato
200gr zucchero semolato
50gr acqua

in un pentolino unite i 50gr di acqua con i 200gr di zucchero e accendete il fuoco, intanto nella ciotola della planetaria mettete i 125gr di albumi e i restanti 50gr di zucchero e azionatela a bassa velocità e mano a mano alzate la velocità, dovranno essere già bianchi quando verseremo lo sciroppo. Lo sciroppo di acqua e zucchero dovrete portarlo ad una temperatura di 121° infatti vi consiglio di ultilizzare un termometro per verificare la temperatura. Ora che lo sciroppo ha raggiunto i 121° allontanate il pentolino dal fuoco e avvicinatevi alla planetaria, abbassate la velocità e fate scivolare lo sciroppo lungo la parete della planetaria, quando lo avrete versate tutto aumentate poco alla volta la velocità. Dovrete far montare la meringa fino a quando risulterà fredda.


Montaggio

Sul fondo del guscio di frolla stendete le pere fredde per tutto il fondo, poi colatevi la ganache e mettete il tutto in frigor a tirare. Quando sará tutto freddo decorate con la meringa all'italiana e sfiammeggiate con il caramellatore.


sabato 20 maggio 2017

Strozzapreti al Ragù

Eccomi sono tornata, sono mancata per parecchio tempo ma ci sono!!! In questo periodo sono successe molte cose in questo periodo che a breve vi racconterò. Ma oggi vorrei postarvi una ricetta nuova inedita, non è un dolce e non un lievitato ma un formato di pasta: gli Strozzapreti!!! La loro origine (fonte Agrodolce): "sull’origine del nome strozzapreti ci sono diverse leggende, tutte molto fantasiose, e nessuna spiegazione certa. Una prima teoria fa derivare il nome dal movimento che le azdore compivano, e compiono, al momento di dare forma alla pasta: ci sono diverse teorie per spiegare l'origine di un nome tanto singolare per una tipologia di pasta dopo aver steso una sfoglia piuttosto grossa e tagliata in tante strisce, le strozzano una a una tra i palmi delle mani facendole arricciare su loro stesse. Sembra che le prime donne a farlo avessero in mente il clero a cui la Romagna era assoggettata e al quale consegnavano le uova come dazio. Questo spiegherebbe anche l’assenza di uova nell’impasto. Un’altra teoria, non dissimile, racconta il diverso atteggiamento di mogli e mariti di fronte alla Chiesa: mentre le donne offrivano ai preti piatti di minestre fatti a mano, i loro mariti si auguravano che con quella stessa pasta i preti ci si strozzassero. Infine c’è chi afferma che l’origine del nome sia riconducibile alla consistenza stessa degli strozzapreti: l’impasto infatti è talmente rustico per l’assenza di uova che anche i preti, da sempre considerato grandi mangiatori, ci si possano strozzare."

Adesso vi lascio alla ricetta che è facile e veloce!!!




Ingredienti:

- 200gr Mix Pasta Revolution New Food
- 140gr acqua
- pizzico di sale

Condimento:

- Ragù di carne q.b


In una ciotola impastate gli ingredienti per ottenere la pasta, quando avrete ottenuto un impasto omogeneo e liscio tagliate dei pezzi e spendeteli con il matterello aiutandovi con un pochino di farina di riso, tirate l'impasto sottile circa 2 mm e ora ricavate delle strisce.




 Adesso prendete tra le mani una striscia e iniziare ad arrotolare man man che si arrotola la pasta staccate dei pezzi lunghi uguali il più possibile. Una volta ottenuti gli Strozzapreti metteteli su di un vassoio leggermente infarinato. Cuocete in abbondante acqua salata per circa 5-6 minuti, scolate e condite a piacere!!!!

giovedì 15 dicembre 2016

Noel


Quest'anno per Natale ho pensato ad un dolce al cucchiaio, un dolce che racchiuda più o meno tutti i sapori e gli odori che ci ricordano il Natale. E così è nato "Noel", un dolce composto da uno streusel, da mele caramellate, una bavarese alla cannella e pinoli e uvetta, ah l'immancabile tocco di rosso!!! Sembra un dolce difficile, si ha tante preparazoni, ma se seguite tutti i passaggi vedrete che risultato e che figurone che farete con i vostri commensali!!! Alcune ricette le ho prese dai libri, ad esempio lo streusel è preso dal libro di Federico Prodon con qualche mia piccola modifica, la famosissima Glassa Barry e per il resto sono ricette che uso da tantissimo!! Comunque per qualsiasi cosa scrivetemi pure una mail oppure un messaggio privato sulla mia pagina Facebook, vi lascio il link!!
Ma adesso mettiamoci all'opera!!!!




Per lo Streusel:

38 gr. zucchero di canna Demerara
16 gr. farina di riso
22 gr. farina di mandorle
44 gr. burro freddo
0,5 gr. sale
29 gr. farina di Teff Revolution New Food
22 gr. farina di Grano Saraceno Integrale Revolution New Food
0,7 gr. Bicarbonato

Per la Bavarese alla Cannella e Vaniglia:

62,5 gr. di Latte
50 gr. di zucchero semolato
45 gr. di rosso d'uso
6 gr. di gelatina in fogli
250 gr. di mascarpone
250 gr. di panna liquida
50 gr. di zucchero semolato
5 gr. di cannella in polvere
Semi di mezza bacca di vaniglia

Per le mele caramellate:

1/2 mela
2 cucchiai di zucchero di canna integrale

Per la glassa Barry

75 gr. di acqua
62,5 gr. di zucchero semolato
77,5 gr. di sciroppo di glucosio
50 gr. di latte condensato
6,5 gr. di gelatina in fogli
90 gr. di cioccolato bianco tritato
Colorante rosso in gel senza glutine

Per la finitura:

Uvetta ammollata in acqua e rhum
Pinoli tostati in padella


Procedimento

Preparazione Streusel:

In una boule versate tutti gli ingredienti tranne il burro, ora nella ciotola della planetaria mettete metà delle polveri, poi il burro e infine l'ultima metà delle polveri. Montate la foglia e azionate la planetaria e fate girare fino a quando l'impasto non sarà diventato come sassi. Ora versate l'impasto su una teglia rivestita con carta forno e fate riposare per 15 minuti in frigorifero. Intanto preriscaldate il forno a 150° modalità ventilata, passato il tempo di riposo infornate lo Streusel per 15-20 minuti. Appena è pronto estraetelo dal forno e lasciatelo raffreddare.

Preparazione Bavarese alla Cannella e Vaniglia:

Mettete in una ciotola la gelatina in fogli e ricopritela con acqua fredda, poi mettete in un bricco il latte e scaldatelo mentre in un tegame unite i tuorli, lo zucchero, i semi della bacca di vaniglia e la cannella e con una frusta emulsionate. Quando il latte sarà caldo versatelo sul composto e con la frusta girate e portate di nuovo sul fuoco, cuocete fino a quando la crema non vela il cucchiaio oppure se avete un termometro arrivate alla temperatura di 82°.
Spostate il tegame dal fuoco e trasferite il composto in una ciotola pulita altrimenti continuerà a cuocersi, ora strizzate la gelatina e unitela alla crema appena ottenuta e mescolate con la frusta. Intanto che il composto si raffredda nella ciotola della planetaria montate il mascarpone con la panna e lo zucchero, deve essere semimontato. Ora prelevate una parte del composto appena montato e unitelo alla crea di uova e mescolate con la frusta dal basso verso l'alto, in questo modo entrambi i composti avranno la stessa temperatura e consistenza. Ora il composto appena ottenuto versatelo nella ciotola del mascarpone e panna-zucchero e mescolate dal basso verso l'alto. Se assaggiandolo vi sembra che la cannella si senta poco, potete unire un altro pizzico e mescolate. Ora versate il composto nello stampo in silicone scelto: se usate delle semisfere ne salteranno fuori 6-7 altrimenti se utilizzate uno stampo come il mio a forma di quenelle lo farete tutto più qualche semisfera. Mettete in freezer e fate congelare bene.

Preparazione Glassa Barry :

Mettete in ammollo la gelatina come avete fatto per la bavarese. In un pentolino portate a bollore l'acqua, lo sciroppo di glucosio e lo zucchero. Quando bolle spostate dal fuoco e versatelo sul latte condensato e mescolate. Adesso misurate con il termometro la temperatura del composto e quando arriva a 65° unite la gelatina e il cioccolato bianco grattugiato e emulsionate con un frullatore ad immersione. Quando risulterà bella liscia filtratela con un colino per 3 volte in modo da eliminare le bolle d'aria. Ora fatela riposare in frigor per una notte oppure se volete utilizzarla subito aspettate che la glassa abbia una temperatua tra i 35-36 gradi. La temperatura dipende molto dalla qualità del cioccolato bianco. Ad esempio io ho utilizzato quello Conad e ho dovuto glassare ad una temperatura di gradi. Però se la lasciate riposare quando sarà ora di glassare dovrete scaldarla leggermente al microonde e aspettare che arrivi alla temperatura che vi ho detto sopra. Fate sempre una prova con un cucchiaio: immergetelo nella glassa quando lo solleverete guarda quanto il dorso si è velato in base a questo se è troppo trasparente aspettate che scenda di qualche grado altri menti riscladatatela leggermente al microonde.

Preparazione mele caramellate:

Sbucciate mezza mela e tagliatela a cubetti il più possibile uguali. In un pentolino a fondo spesso fate caramellare lo zucchero quando avrà raggiunto un colore biondo inserite le mele e mescolate facendo girare il pentolino. Fate cuocere per qualche minuto e a fine cottura unite un goccio di latte in questo modo il caramello rimarrà liquido.

Montaggio:

1) Sul fondo di un piatto adagiate un cucchiaio abbondante di Streusel;
2) Adagiate le mele sopra allo Streusel;
3) Glassaggio: quando la glassa avrà raggiunto la temperatura giusta, estraete una alla volta le quenelle di bavarese adagiandolo su una gratella e con un mestolo grande prelevate la glassa e ricoprite la quenelle. Sbattete leggermente la gratella per far cadere l'eccesso di glassa e con una spatola sottile prelevate la quenelle e adagiatela sopra alle mele;
4) Mettete l'uvetta attorno al dolce;
5) Mettete qualche pinolo tostato;
6) Con un cucchiaino prendete un pò del caramello delle mele e dressatelo sul dolce ma non sulla quenelle glassata.








Potete preparlo in anticipo e conservarlo in frigo. Quando dovrete servirlo estraetelo 10 minuti prima in modo tale che non sia tutto freddo.

Con questo dolce vi Auguro un Felice Natale!

venerdì 11 novembre 2016

Pizza con Grano Saraceno

A casa mia il giovedì sera è serata Pizza!! Ogni settimana la faccio, e sinceramente preferisco farla e mangiarla a casa perchè mi piace prepararla. Oggi vi propongo una variante della mia pizza con il grano saraceno integrale che gli darà un ottimo profumo e colore come si vede dalle foto l'impasto verrà punitato. Io qui l'ho condita con stracchino e gorgonzola con sopra la spianata piccante.... una bontà!! Il post è un'pò lungo perchè ho descritto passaggio per passaggio in dettaglio però vi lascio anche i link ai video che feci due settimane fa in diretta sulla mia pagina facebook dove spiego come fare la pizza (li trovate in fondo alla ricetta)! la ricetta che vedrete nel video è senza il grano saraceno ma con solo il Mix Pane Pizza Revolution New Food per qualsiasi dubbio scrivetemi!! Ma ora andiamo alla ricetta!!!


 
 
Ingredienti

- 490gr Mix Pane e Pizza Revolution
- 60gr Grano Saraceno Integrale Revolution
- 350gr acqua a temperatua ambiente (20°-22°)
- 5gr lievito di birra fresco
- 3gr di zucchero semolato
- 25gr olio d'oliva
- 4gr sale
- farina di riso per lo spolvero
-stracchino, gorgonzola e salame piccante consentito per la farcia

Azionate il forno e fatelo scaldare ad una temperatura di 30°-35°.
In una ciotola versate l'acqua, il lievito e lo zucchero e lasciate riposare per 5 minuti. In una tazzina da caffè pesate l'olio e il sale. Nella ciotola della planetaria versate le due farine e montate il gancio per impastare. Ora azionate la macchina e fate girare per un minuto, adesso versate l'acqua che avete preparato prima e facciamo impastare per 2 minuti poi fermate un attimo la planetaria e con un raschietto di plastica staccate l'impasto dalle pareti e smuovetelo anche sotto così si impasterà tutto in modo omogeneo. Ora ri-azionate la planetaria e fate impastare per 5-7 minuti. A questo punto versiamo l'olio preparato prima e facciamo andare la macchina per 2 minuti, se vedete che l'impasto si separa è normale. Ora fermate la macchina e sempre con il raschino staccate l'impasto dalle pareti e ri-azionate per 5 minuti. a Questo punto spolverate un piano con della farina di riso e levate l'impasto dalla planetaria e adagiatelo sul piano appena spolverato di farina.
   
Impasto appena tolto dalla macchina
L'impasto risulterà morbido ma lavorabile, ora manipolate l'impasto dandogli delle pieghe come se faceste la pasta sfoglia e dategli una forma a palla.

Impasto dopo averlo lavorato sul banco

Adesso prendete una teglia rettangolare dai bordi alti, rivestitela con carta forno e oliate leggermente; adagiate l'impasto appena manipolato al centro della e con le mani leggermente oliate stendetelo per tutta la grandezza della teglia.

Impasto steso in teglia e "bucherellato"

Ora fate con le dite delle leggere pressioni sull'impasto in modo che rimanga il solco del dito, bagnate leggermente con acqua la superficie della pizza e sigillate con la pellicola tutta la teglia, non ci devono essere parti di teglia scoperte. Ora spegnete il forno e lasciate accesa la luce e inserite la teglia, intanto mettete sul fuoco un pentolino con acqua e portare a bollore, quando l'acqua bolle spegnete il fuoco e inserite il pentolino nel forno. In questo modo avendo scaldato il forno e il vapore d'acqua del pentolino abbiamo ricreato le condizioni che ci sono all'interno di una cella di lievitazione. Ora lasciate lievitare per circa 4 ore.



Passato questo tempo estraete la teglia e il pentolino dal forno, e riscaldate il forno a 250° modalità statico. Quando è quasi arrivato a temperatura togliete la pellicola e facendovi aiutare da qualcuno trasferite la pizza in una teglia a bordi bassi. Ora abbiamo due strade:
1) se volete farla con pomodoro e mozzarella dovetre prima dovete stendere il pomodoro ed eventuali condimenti tipo verdure già cotte e infornala per 10 minuti nella parte bassa del forno, passati questi minuti estraete la teglia e mettete la mozzarella precedentemente tagliata e ri-infornatela per altri 10 minuti fate attenzione che non diventi troppo scura sia sopra che sotto: questo dipende dal vostro forno.
2) se volete farla ai formaggi come ho fatto io dovete mettere lo stracchino e il gorgonzola subito e la infornate sempre nella parte bassa del forno, dopodiché etraetela e mettete il salame piccante e reinfornate per circa 8-10 minuti.

In entrambi i casi ci vorranno circa 20 minuti per avere un ottima pizza!!

Prima Parte
Seconda Parte
Terza Parte


domenica 30 ottobre 2016

Profumo di Cannella

Eccomi sono tornata a postare, posso dire finalmente!!! Per motivi di lavoro ho abbandonato il blog, lavorando di notte di giorno dormivo e quando mi alzavo avevo da riordinare casa e fare varie commissioni. Però il lavoro che ho svolto è quello che ho sempre sognato di fare cioè la Pasticcera!!! Si diciamo che ho realizzato uno dei miei sogni, poter lavorare in una pasticceria! Unica pecca non in una pasticceria dove si producono dolci senza glutine ma in una glutinosa!!!! Ma questo non importa perchè comunque senza le basi della pasticceria glutinosa non si può fare quella glutenfree. Ho imparato tantissime cose, messo in pratica tutto quello che ho imparato al corso che ho frequentato e che mi ha permesso di ottenere la qualifica.
Ma oggi visto che siamo già ad ottobre pensò già al Natale e vi voglio proporre una frolla alla cannella che si presta sia per biscotti che gusci per crostate, prossimamente vi posterò anche la crostata!!! I biscotti li possiamo decorare come vogliamo e per Natale vi metterò qualche foto di come decorarli e magrari regalarli ai vostri amici. Ma ora passiamo alla ricetta!!!



Ingredienti

- 300gr Mix Frolla Revolution New Food
- 150gr burro
- 100gr zucchero di canna integrale EquoSolidale
- 2 rossi d'uovo
- 5gr di cannella in polvere

Nella ciotola della planetaria inserite il burro e lo zucchero di canna integrale, montate la foglia e azionate la macchina. Fate girare fino a quando toccando con un dito l'impasto non sentirete più i grani dello zucchero. A questo punto con un leccapentole staccate tutto l'impasto attaccato alle pareti della ciotola ed aggiungete i rossi dell'uovo e fate girare qualche istante e poi unite tutta in un colpo la farina con la cannella. Fate girare fino a quando non avrete ottenuto un impasto liscio e morbido.
Ora aiutandovi con uno scartino prelevate tutto l'impasto e adagiatelo su un foglio di carta forno. Ora date una forma alla pasta frolla senza usare le mani ma utilizzando i lati della carta forno, a questo punto adagiate un altro foglio di carta forno e appiattitelo fino ad avere uno spessore di circa 2cm. Impacchettate e mettete in frigor tutta la notte, infatti vi consiglio di prepararla la sera e manipolarla la mattina.


Passato questo tempo di riposo prendete la vostra frolla e tagliatela a pezzi e metteteli nella ciotola della planetaria con il gancio e fate girare 2 minuti in questo modo la frolla si ammorbidisce e diventa lavorabile. Vedrete sarà lavorabile ma fredda quindi si lavorerà meglio!!! Adesso stendetela tra 2 fogli di carta forno fino ad uno spessore di 3 mm ora usate dei taglia biscotti della forma che più vi piace e adagiate i vostri biscotti su una placca rivestita con carta forno. Oppure su un tappetino traforato.


 Il forno deve essere preriscaldato a 180 gradi modalità ventilata. Ci vorranno circa 12 minuti ma controllate la cottura devono essere dorati ma non troppo!!! Adesso decoratelo come volete, con questa ricetta potete anche fare dei gusci per crostate e farcirle come più vi piace!!!

print